Novità Decreto Riaperture
24 marzo 2022

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del 25 marzo 2022 entra in vigore il Decreto Riaperture (D.L. 24 marzo 2022 n.24) contenente le “Disposizioni urgenti per il superamento delle misure di contrasto al Covid”. Elenchiamo di seguito le principali novità.

 
Dal 1 aprile al 30 aprile


Green pass base
- Per accedere ai luoghi di lavoro (necessario anche per mensa e corsi di formazione)
- Per accedere a bar e ristoranti al chiuso
- Per partecipare a concorsi pubblici, spettacoli, eventi e competizioni sportive aperti al pubblico in luogo chiuso
- Per accedere ai mezzi di trasporto: aerei, treni, navi, autobus…

Green pass rafforzato
- Piscine, palestre, sport di squadra e di contatto, centri benessere al chiuso
- Per accedere a convegni e congressi
- Per accedere centri culturali e ricreativi per le attività che si svolgono al chiuso
- Per accedere a feste comunque denominate conseguenti e non conseguenti a cerimonie civili o religiose nonché eventi assimilati al chiuso
- Per accedere sale gioco, sale scommesse, sale da ballo, spettacoli, eventi e competizioni sportive al chiuso

Si specifica che il Green Pass non sarà quindi più necessario per accedere a negozi e centri commerciali, ma solo per le attività sopra indicate.

 Mascherine
- Obbligo di mascherina nei luoghi di lavoro e comunque nei luoghi al chiuso
- Obbligo di FFP2 in alcuni luoghi come mezzi di trasporto (aerei, treni, navi, autobus…) spettacoli ed eventi al chiuso, sale da ballo

 Focus nei luoghi di lavoro
- Fino al 31 dicembre resta l’obbligo vaccinale, con sospensione dal lavoro, solo per le professioni sanitarie, i lavoratori negli ospedali e RSA
- Fino al 30 giugno possibilità di smart working senza l’accordo individuale tra Datore di Lavoro e lavoratore

Focus quarantene e contatti stretti
- Eliminazione delle quarantene precauzionali da contatto stretto anche per i non vaccinati
- Isolamento solo per i positivi fino all’accertamento della guarigione
- Per i contatti stretti obbligo di FFP2 per 10 giorni dall’ultimo contatto e test antigenico rapido o molecolare alla comparsa dei primi sintomi